Registrati | Accedi

News & scritti

Ricerca

Autore:

Titolo:

Anno (le 4 cifre):

Genere:


Se la passione non c'è

Guardandomi intorno in realtà mi capita più spesso di vedere ed incontrare persone che galleggiano fra una vicenda e l'altra della vita, piuttosto che appassionati inseguitori di una propria tendenza. Infatti avere una vera e propria passione non è da tutti. Il sacro fuoco, quella cosa che devi assolutamente fare riguarda davvero pochi e fra questi quelli che riescono ad attuarla nella sua interezza sono per lo più una esiguità.
Intendo quella che cosa che devi assolutamente fare per esistere e che alla fine ti succhia via tutte le risorse dandoti in cambio il vero senso della tua esistenza. La gran massa ciabatta qua e là nel tentativo di trovare uno scopo per se, accontentandosi o cercando di convincersi che va bene così. Insoddisfazione, insofferenza, incostanza, mediocrità sono tutte caratteristiche più diffuse e mal sopportatate da chi comunque ne è afflitto.

Recentemente un giovanissimo rapper, arrivato di botto alla notorietà, ha voluto, come tutti quelli che assurgono ad almeno i famosi 15 minuti di visibilità mediatica, dispensare di consigli i coetanei su come ottenere i risultati sognati e non cadere nella frustrazione. Le sue parole sono state "con la passione tutto viene facile". Ma dai? La passione! La passione è come la fede, o ce l'hai o non ce l'hai. Ci credi o no, non ci sono mezze misure. Non si inventa una passione. O una cosa ti interessa fino a dimenticarti la durezza che percorso che devi fare per raggiungerla oppure tutto ti sembrarà vano, inutile, sproporzionato, impossibile da sopportare se non con un'opera di convincimento costante. Ossia impiegherai tutte le energie semplicemente a cercare di convincerti che quello che fai va bene, mentre contemporaneamente il tuo inconsio lavorerà per sabotarlo.

Già! Avere una passione è più difficile che vincere alla lotteria. Avere un vero scopo nella vita, una molla che non ti faccia contare il tempo che impieghi per raggiungere anche piccoli insignificanti risultati, che ti faccia sempre sperare, che ti dia la carica per sopportare la pesantezza di ogni sconfitta. Il piacere del viaggio è nel suo percorso, per chi ha la passione, per chi non ce l'ha è arrivare per poi trovare i mille problemi e contrarietà che ogni luogo nasconde. Spesso chi è privo di passione arrivato alla meta pensa solo d'aver sprecato tempo, che magari avrebbe investito in altrettante poco appaganti attività.

Quanti inanelano corsi su corsi in attesa che gli scoppi una passione? Quanti continuano a fare qualcosa perchè quel breve brivido che hanno sentito una volta forse assomiglia alla passione tanto descritta da chi veramente la prova? Quanti fanno le cose brontolando e smadonnando per poi dire che sono stati bene ma in realtà non è assolutamente così, stanno solo trovando un nome alla propria frustrazione. Se una passione non c'è, non c'è e la vita davvero diventa pesante una volta soddisfatti i bisogni primordiali della sopravvivenza. 

Trovarsi una passione, uno scopo, un vero fulcro sano di interesse è un privilegio, un dono, un salvagente nel mare dell'inutilità della massa mediocre e abulica. Si fa presto a dare consigli su qualcosa che in realtà è più rara di una perla naturale. 

E quindi? Non so, per la gran moltitudine di orfani di passione la vita è difficile anche se facile. L'oblio del nulla incombe sempre minaccioso.

 


Amanda Decori pubblicato il 01.02.2018 [ Blog ]


  Vuoi dare il primo "Mi piace" a questo scritto?


Commenti dei lettori
Per lasciare un commento Registrati | Accedi