Registrati | Accedi

Autori

Ricerca

Autore:

Titolo:

Genere:


Uno scritto a caso

Emozioni
[poesia]
Michela
08.03.2007

Io dopo di te

Il dopo

Ammetto prima di decidermi ad acquistare "Io dopo di te", ho consultato molte recensioni, soprattutto le più critiche. Difficile che un libro che ha fatto il botto sia seguito da qualcosa di credibile, ma noi che viviamo le insicurezze della vita vogliamo sempre capire se davvero con i giusti stimoli si ottiene quella svolta. Possibile che dopo una storia così drammatica siano arrivate solo opportunità? Tutti i personaggi che mi hanno avvolto nelle loro fragilità, fissazioni e determinazioni sono riusciti ad andare avanti dopo una vicenda così dolorosa ed avvincente? Chi non avrebbe voluto riscriverlo perché troppo simile a fatti di cronaca difficili da sopportare? Come per la realtà rischiavo di non sapere più nulla dei personaggi ma soprattutto del loro modo di affrontare il dopo, la vita quotidiana.

In molte recensioni ho letto che il libro inizialmente è lento poi si sviluppa in diverse vicende. Forse anche troppe! Io invece ho apprezzato proprio lo sbandamento iniziale, il fatto che le cose accadono e lasciano dei segni pesanti e non sono solo delle opportunità di rinascita e crescita. Le ferite si rimarginano con fatica e con fatica ci si inventa qualcosa di nuovo, se se ne ha la forza. Al di là delle vicende io cerco proprio lo spirito, quella capacità di interpretazione della vita che non può darti nessuno ma deve partire da dentro di te. In questo senso il libro non delude, esiste un dopo, fatto di dolori ed opportunità come per tutti. Forse quello che mi attrae della protagonista è proprio la somiglianza con la mia modalità di rapportarmi agli altri, troppo altruista per non essere "usata" da chi cerca un'ancora di salvezza per poi riprendere la sua strada senza star troppo a guardare il mio sacrificio e troppo confusa ed istintiva per non accorgersi di chi davvero vuole starti vicino e pensa al mio benessere. 

In questo senso il libro non mi ha deluso, qualunque cosa accada a Louisa Clark è irrilevante, invece è importante il suo sentire, il suo confuso modo di rimettere le cose a posto e ripartire, zoppicando (in senso letterale e figurato) ma sempre disposta a farsi affascinare dalla vita. A ben guardare sono così anche gli altri personaggi e forse è proprio questo il motivo per cui, nonostante le storie d'amore, non riesco a considerarlo un romanzo rosa ma di vita.


Edith pubblicato il 18.04.2019 [Recensione]


  Vuoi dare il primo "Mi piace" a questo scritto?


Commenti dei lettori
Per lasciare un commento Registrati | Accedi