Registrati | Accedi

Autori

Ricerca

Autore:

Titolo:

Genere:


Uno scritto a caso

..Parole..
[poesia]
tommaso ciofi
04.06.2007

Io prima di te

No romanticherie

Non sono andata a vedere il film al cinema, non guardo film romantici, ma quando lo hanno passato alla TV non avevo altro da fare. Così mi sono trovata ad apprezzare un film divertente che tratta un tema scottante come l'eutanasia nascondendolo in una storia d'amore, senza banalizzarlo. Sono rimasta folgorata!

Ho deciso di leggere il libro dopo il film, anche questa una prima assoluta per me. Ovviamente differiscono, ma non nel raccorto del rapporto fra i due protagonisti e neanche nell'abbondante uso di ironia, sempre nel rispetto delle idee, anche le più estreme.

Will Traynor uomo di successo, anzi uomo d'oro e spietato, riesce benissimo in tutto e trova da godere in tutto, compresa la sua attività di squalo della finanza. Louisa Clark colorata, eccentrica ma troppo insicura per mettere i suoi desideri di realizzazione prima di tutto. Anzi non è neanche in grado di sapere davvero cosa desidera e il suo meraviglioso carattere la rende dolcemente arrendevole in ciò che dovrebbe essere fondamentale nella sua vita. Riesce ad imporsi solo in elementi marginali e con molta fatica. I rapporti fra i diversi protagonisti della storia sono un racconto nel racconto, le dinamiche delle due famiglie coinvolte sono pennellate di pura difficoltà di comunicazione e di etichettature dei ruoli come più o meno accade in quelle di tutti.

In ogni caso il più forte e determinato, nonostante la menomazione fisica, è proprio Will. Inevitabile innamorarsene, è un principe senza cavallo e senza muscoli ma con una forza mentale che non può non affascinare. Lo si riconosce come leader e si pretenderebbe che smetta di pensare a quanto fosse superiore ad ogni essere umano nelle mille cose che faceva, persino quasi impossibili. Tuttavia non si fa mistero delle enormi difficoltà fisiche e dei grandi dolori che la sua tetraplegia provocano. Un invito a riflettere sul fatto che non sia solo l'essere immobili a pesare, e già sarebbe abbastanza, ma ci sono tantissime tribolazioni, pericoli e sofferenze fisiche che accompagnano chi si trova in quello stato. 

Il tema dell'eutanasia è stato toccato con rispetto e delicatezza ma senza nascondersi dietro nessun moralismo. Tutte le diverse opinioni sono trattate da un punto di vista umano e con le sue implicazioni sulla psiche. Le conseguenze dei drammi non sono mai personali e ciascuno paga un tributo di dolore che non può essere paragonato.  Il libro è meno racconto di una storia d'amore di quanto non dichiari la stessa scrittrice nei ringraziamenti. I punti su cui ciascuno può riflettere, facendo analogie con le proprie sofferenze, aspirazioni e sogni infranti, sono tanti anche se, fortunatamente, non si è stati coinvolti in una tragedia simile. Nulla è scontato anche quando si pensa che lo sia. Louisa vista dai suoi parenti e da se stessa quasi come una stupida, è descritta da Will come <>. Will da uomo di successo la obbliga a capire che può aspirare ad altro, che ha il dovere di sognare di uscire dal piccolo comodo guscio. Bisognerà poi vedere se davvero Lou, come la chiamano i suoi, o Clark, come la chiama lui, avrà quella forza morale dentro di sè, quella che aveva visto lui.

Inutile dire che Will può guardare una sempliciotta come Louisa Clark una volta persa la sua superiorità fisica. Considerazione che viene fatta nel film, e anche nel libro, diversamente dal mio pregiudizio che me lo aveva fatto scartare appena uscito nelle sale cinematografiche. Ricordo bene che risposi ad una mia amica che me lo proponeva: "la solita favoletta di lui che è un figo pazzesco e che si degna di considerare una non alla sua altezza solo perché non ha alternative".  Non ci ho preso! Non potevo esprimere nulla di più lontano e stereotipato da quello che sono libro e film. Ho trovato molto su cui riflettere e... commuovermi.


Edith pubblicato il 09.04.2019 [Recensione]


  Vuoi dare il primo "Mi piace" a questo scritto?


Commenti dei lettori
Per lasciare un commento Registrati | Accedi